ACETO DI VINO ROSSO: I BENEFICI DELLA SEMPLICITÀ

L’aceto di vino rosso è uno degli aceti più diffusi e consumati in Italia, buono per il corpo e per il palato. Scopri gli usi più comuni in cucina e nella tua beauty routine.

 

ACETO DI VINO ROSSO: UN CONCENTRATO DI VIRTÙ E BENEFICI

Se si inizia a parlare delle virtù dell’aceto di vino, c’è il rischio di non riuscire più a fermarsi. Nonostante sia un alimento che spesso diamo per scontato e a cui (purtroppo) prestiamo poca attenzione, l’aceto di vino rosso è un toccasana dalle origini antichissime, buono per il corpo oltre che per il palato.

È uno degli aceti più diffusi e consumati in Italia e negli altri Paesi europei dove storicamente si coltiva l’uva e si produce vino. L’aceto si ottiene appunto dalla fermentazione del vino grazie all’azione dei batteri Acetobacter che, in presenza dell’aria, ossidano l’etanolo contenuto nel vino, e lo trasformano in acido acetico. Questo ci fa capire quanto la qualità dell’aceto dipenda dalla qualità del vino usato in partenza, oltre che dalle tecnologie di produzione.

 

ORGINI, STORIA E ANEDDOTI SULL’ACETO DI VINO

L’aceto di vino si produceva già nell’Antica Grecia e nell’Antica Roma. Lo stesso vocabolo “aceto” deriva dal latino “vinum acrem”, che letteralmente significa vino inacidito. La “scoperta” di questo alimento è stata la naturale conseguenza del processo di invecchiamento del vino che, se lasciato fermentare, si trasforma nientemeno che in aceto. Nelle altre lingue, la radice latina del termine non cambia: infatti in Spagna lo chiamano “vinagre”, in Francia “vinaigre” e in inglese si dice “vinegar”.

Addirittura nella Bibbia e nelle cronache di Plinio si cita l’aceto di vino, ingrediente dalle molte proprietà non soltanto gastronomiche: lo stesso Ippocrate nel 420 a.C. lo reputava adatto per curare ferite e disturbi respiratori, e tra i soldati delle legioni romane era il medicamento principale contro la temutissima dissenteria.

Aceto di vino rosso origini

Se facciamo un salto temporale fino ai nostri giorni, tutti noi abbiamo avuto una nonna o bisnonna che ci ha raccomandato una soluzione di acqua e aceto di vino per calmare le infiammazioni alle gengive, o che usava l’aceto di vino come disinfettante sulle punture di insetti o per rendere i capelli lucidi e setosi.

 

BENEFICI PER LA SALUTE E CONTROINDICAZIONI

L’aceto contiene in primis molte vitamine (A, C, B1 e B2) e minerali, tra cui fosforo, potassio, magnesio e ferro. Oltretutto è povero di calorie – solo 5 ogni 100 grammi – ed è quindi perfetto nelle diete dimagranti, perché per insaporire i cibi ne bastano poche gocce (senza nemmeno dover aggiungere il sale!).

I polifenoli naturali dell’uva, inoltre, rendono l’aceto un alimento antiossidante, in grado di contrastare l’azione dannosa dei radicali liberi, rallentando così l’invecchiamento cellulare. L’aceto è anche in grado di mantenere sotto controllo i livelli di zuccheri nel sangue grazie all’acido acetico, caratteristica che aiuta a ridurre la glicemia, cioè la concentrazione di glucosio nel sangue.

Grazie ad un effetto astringente, l’aceto di vino è in grado di esercitare un’azione levigante sulla pelle, proprio perché favorisce la chiusura dei pori. Infatti viene spesso impiegato nella beauty routine quotidiana come ingrediente di maschere o impacchi per tonificare e rigenerare la pelle del viso.

Consumare grosse quantità di aceto di vino è sconsigliato se si soffre di acidità di stomaco e se si è diabetici. Inoltre, l’aceto, abbassa la pressione sanguigna pertanto è sconsigliato se si assumono farmaci anti-ipertensivi. È comunque sempre consigliabile chiedere il parere del proprio medico di fiducia.

 

L’ACETO DI VINO ROSSO NELLA CUCINA DI TUTTI

L’aceto di vino rosso rientra a pieno titolo tra i condimenti che non fanno ingrassare, e viene usato sia per una cucina leggera che da chef e cuochi gourmet che vogliono esaltare sapori puri e autentici. Anche le versioni più “aromatiche” sono molto apprezzate in cucina, per realizzare le più svariate e gustose ricette a partire dalle insalate fino ad insaporire carne e pesce. Può essere anche impiegato come conservante dal momento che, abbassando il pH degli alimenti, è in grado di proteggerli dalla proliferazione di molti agenti patogeni.

Via libera, quindi, ad un ampio uso dell’aceto di vino in cucina, purché il prodotto sia di qualità – come i nostri aceti rossi firmati Varvello.

 

ALCUNE RICETTE TIPICHE

Nella cucina tradizionale italiana si trovano tante ricette tipiche in cui questo condimento la fa da padrone:

  • Le sarde “in saor”, un must della cucina friulana e veneta, fritte e servite con cipolle cotte nell’aceto e caramellate. Il “saor” è un antico metodo di conservazione diffuso tra i marinai che dovevano preservare il pesce sulle navi e, per farlo, usavano questa particolare tecnica.
  • Pere sottaceto, da accompagnare con formaggi stagionati.
  • Per le marinature di carni rosse l’aceto di vino rosso è perfetto, abbinato magari ad ingredienti come il lime o altri aromi a piacere.
  • Infine, i sottaceti con aceto rosso sono una tradizione comune a tutta Italia.

Noi ti consigliamo due semplici ricette a base di verdure (volendo, perfette anche per chi è vegetariano): la scorzonera alle acciughe, contorno sano e saporito, e la panzanella rustica, piatto tipico e versatile

 

UN ACETO DI PREGIO SCELTO IN TUTTO IL MONDO

Oltre il 60% dell’aceto di vino prodotto dalla nostra Azienda viene esportato: si tratta di un riconoscimento prestigioso che premia la qualità delle nostre produzioni – sia quelle piemontesi che quelle modenesi, in particolare di Aceto Balsamico di Modena IGP e Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP.

Oltre ai nostri marchi “propri” – L’Aceto Reale in primis, ma anche Nonna Mimma Galante e Borgo della Bastia – produciamo e imbottigliamo aceti per conto di alcune delle firme più prestigiose dell’industria alimentare italiana e internazionale, come SASSO.

L'Aceto di vino rosso Varvello per Sasso

L’area torinese vanta una tra le più grandi cantine al mondo per l’invecchiamento in legno dell’aceto di vino. Si tratta proprio dell’Acetificio Varvello di La Loggia, dove da 100 anni la nostra famiglia utilizza vini da tavola accuratamente selezionati, preferibilmente del Centro Italia, e dove anche l’aceto SASSO ha deciso di maturare, tra mille cure ed attenzioni.

Il prolungato e sapiente affinamento in botti di legno di larice o rovere ne esalta il profumo e l’aroma. Il risultato è un aceto di vino per veri intenditori, ottenuto nel rispetto della massima naturalità, dal sapore rotondo, morbido e particolarmente “vinoso”.

Proprio per queste caratteristiche eccellenti, Varvello L’Aceto Reale ha conquistato l’unico diploma di Maestro del Gusto 2021-2022 assegnato alla categoria “Aceterie”  – un riconoscimento conferito da Camera di commercio di Torino, insieme a Slow Food e al Laboratorio Chimico camerale.

Maestri del Gusto 2021-2022 Aceteria Varvello L'Aceto Reale

 

PERCHÉ SCEGLIERE GLI ACETI DI VINO ROSSO VARVELLO

I nostri Aceti invecchiati di vino rosso riescono ad essere così buoni perché valorizzano al massimo le proprietà del buon vino da tavola italiano che la Varvello compra solo dopo un’accurata selezione. Le principali caratteristiche che li rendono assolutamente unici sono:

  • un’alta percentuale di residuo alcolico;
  • una ricchezza superiore sia di componenti non estrattivi che di composti volatili;
  • un insieme di requisiti chimici, fisici ed organolettici perfettamente armonici e correlati;
  • un’appetibilità garantita per ogni palato.

Il top della gamma Varvello è l’Aceto di Vino Rosso Invecchiato in Barriques ottenuto da soli vini da tavola piemontesi (linea Regimental). Secondo gli intenditori, siamo al cospetto di un autentico punto di riferimento per il settore. Ha un gusto rotondo, morbido e particolarmente “vinoso”, ottenuto grazie alla fermentazione di vini ad elevata gradazione. Il prolungato invecchiamento in barriques di rovere pregiato ne esalta il bouquet già inconfondibile.

Assaporatelo come fareste con un grande vino, e non perdetevi per nulla al mondo l’accostamento ad altrettanto grandi oli extravergine d’oliva. Avete capito bene: basta davvero poco per riscoprire la grandezza della semplicità, magari servita su una fragrante fetta di pane fatto in casa.

aceto di vino rosso invecchiato in barriques Regimental

 

100% italiano e naturale, l’Aceto di Vino Rosso maturato in botti di legno di larice (linea Regis) è l’aceto di vino di qualità per eccellenza. Si ottiene dalla fermentazione biologica e naturale di vini rossi da tavola del Centro Italia, lasciati riposare in botti di larice d’America. Corposo e profumato, inebria tutti i sensi, conquistando prima lo sguardo e poi il palato.

Se cercate un aceto di vino che sappia distinguersi per appetibilità, ricercatezza e pregio, il rosso Regis di Varvello è quello che fa per voi.

aceto di vino rosso Regis Varvello

Condividi

Leggi di più

  1. Benvenuti nel nuovo blog Aceto Varvello!

    Nel nostro blog troverai tante informazioni utili su questo nobile prodotto, su come usarlo in cucina e non solo.

    Leggi di più

    Condividi

  2. sottaceti fatti in casa

    SOTTACETI PER TUTTI I GUSTI: COME PREPARARLI IN CASA

    Avete mai pensato a quanto sarebbe comodo avere un intero…

    Leggi di più

    Condividi

  3. Crema di aceto balsamico

    Crema di aceto balsamico: la ricetta per prepararla in casa in 4 passaggi

    La ricetta facile e veloce per preparare la vera glassa…

    Leggi di più

    Condividi

Blog

Regala
Il Re
Degli Aceti

Le occasioni speciali meritano un regalo speciale. Il meglio della produzione Varvello è racchiuso in preziose confezioni. Non solo per esaltare i sapori di ogni piatto ma anche per testimoniare amore e passione per la tavola nelle sue espressioni più raffinate.

© 2019 Acetificio Varvello S.r.l. – All Rights Reserved
Varvello Giovanni & C. “L’Aceto Reale” S.r.l. • Acetificio Varvello S.r.l. – Var S.r.l. • P. I. 00478920010 • 
Strada Nizza, 39 – 10040 La Loggia (TO) – Italia • Tel. +39.011.9628131 – Fax +39.011.9628866 
Sito produttivo: Via del Lavoro 12/14 – 41030 Bastiglia (MO) – Italia • Tel. +39.059.8635250 • varvello@acetovarvello.com